La torre civica di Chiari torna in orario.

Nell’ambito del progetto più generale definito nell’anno 2007 dall’ufficio tecnico del Comune di Chiari per il restauro conservativo della Torre civica e in seguito approvato dal competente Ministero per i Beni Culturali, in queste settimane si è tenuto l’intervento di restauro conservativo dei quadranti ed il ripristino in funzione dell’orologio del campanile, riaperto ufficialmente al pubblico il 23 dicembre 2007.

La Torre civica è stata risanata dal guano, dalle deiezioni dei piccioni e dal materiale di scarto abbandonato e stratificato negli ambienti interni della struttura che da decenni versava in condizioni di totale abbandono.

Sono stati inoltre eseguiti interventi di disinfezione delle superfici lapidee con sigillatura delle porzioni deteriorate delle balaustre e pulizia delle pareti, del castello e del pavimento della cella campanaria.

Adeguati e messi a norma anche gli impianti tecnologici della Torre, dopo che precedenti manutenzioni avevano compromesso alcuni dei 249 gradini della scala interna: oggi gli impianti tecnologici sono stati riordinati e messi in sicurezza senza per questo interferire sulla struttura originaria. Per garantire il transito dei visitatori sono state eseguite opere di fabbro che hanno comportato l’installazione di ringhiere, cancellino, corrimano, gradini e telaio dei serramenti.

I lavori sono stati commissionati alla ditta <<Rubagotti Carlo Srl>> di Chiari che ha inserito anche un nuovo sistema di comando con un programmatore touch screen per la movimentazione delle campane.

Nuove anche le soluzioni di illuminazione del campanile che rendono oggi apprezzabile anche a distanza la visione notturna del profilo luminoso.

Altri corpi luminosi sono stati collocati sotto la cornice marcapiano che sovrasta l’orologio.

Autore: Daniele Piacentini