Un concerto di tre bronzi dedicato alla Madonna rintocca ora sulla moderna torre di Lubumbashi <<I battagli forgiati a mano le rendono pezzi unici>>.

Per chi suona la campana della crisi? Non per il genio creativo di un’impresa familiare di Cologne che ha fatto dei rintocchi liturgici un business vincente.

L’eccellenza e l’originalità degli artigiani della Franciacorta stanno conquistando i mercati internazionali di un settore di nicchia.

Emblematico l’appeal che sta riscuotendo l’azienda di Carlo Rubagotti, che da decenni è specializzata in campane ed orologi. Una attività dal sapore antico, ma che si rinnova giorno dopo giorno.

CARLO, CAPOSTIPITE dell’azienda a conduzione familiare, come ben sintetizza il sito dell’impresa, è <<Rubagotti Campane>>: un nome e un prodotto che sono un tutt’uno inscindibile. Ogni creazione è un pezzo unico creato strato su strato, movimento su movimento, ogni singola fase è seguita con cura certosina, così da ottenere campane che siano un connubio tra uno strumento musicale e un’opera d’arte. Il suono unico, la cura e la bellezza dei decori, la qualità del bronzo sono la garanzia di secoli di suoni vibrati al cielo.

In Italia le campane di Rubagotti risuonano nelle chiese di Milano, Brescia, Mantova, Varese. L’azienda ha realizzato i concerti di Chiari, Desenzano, Pieve di Bono, Bormio, Darzo, Guidizzolo, Castellanza, Montisola, Ospitaletto e Pozzolengo. Ma i prodotti forgiati a Cologne scandiscono le ore e le liturgie delle preghiere anche in diverse parti del mondo: Albania, Indonesia, Kenya, Nigeria, Svizzera e Sri Lanka.

L’ultima e più recente soddisfazione di Carlo Rubagotti l’ha incassata quando, poche sere fa, a Lubumbashi, nel cuore del Congo, regione del Katanga, il concerto del suono di tre campane installate sulla splendida torre campanaria progettata da Matteo Mazzucchelli di Lovere e realizzata dall’azienda congolese Edile Construction, si è levato squillante nel cielo d’Africa.

<<LE CAMPANE, un concerto in la composto da tre pezzi per un peso totale di oltre seicento chilogrammi sono dedicate alla Vergine Maria – spiega Rubagotti  - sono dotate di ceppi in legno di rovere di prima qualità e battagli forgiati a mano in fucine. Ogni campana è decorata con immagini sacre con dediche alla Vergine Santa e scritte in Latino. La castellatura e la carpenteria di sostegno delle campane, completamente autoportante, è stata progettata e realizzata nella nostra officina di Cologne. Il collaudo e il montaggio finale sono stati eseguiti dai nostri tecnici direttamente nella città africana>>. Sapienza e tecnologia al servizio della fede.

Autore: Giuseppe Orizio

Clicca qui per scaricare l'articolo in formato PDF