BARBARIGA. La delicata operazione affidata all’azienda <<Rubagotti>>.

 

I bronzi della chiesa di S. Maria del Ducco rischiavano di staccarsi dal loro supporto e di cadere. Torneranno sulla torre nei primi giorni di ottobre.

 

Tutti con il naso all’insù ieri mattina per seguire la spettacolare opera di rimozione delle campane dalla torre della chiesa di Santa Maria del Ducco che si affaccia sul cimitero di Barbariga. I quattro manufatti in bronzo forgiati nel 1897 dalla fonderia Crispi del peso complessivo di oltre 1.500 chilogrammi, avevano bisogno di una manutenzione urgente a causa di una grave situazione di cedimento strutturale dei loro organi di sostegno.

 

IL SOPRALLUOGO disposto dal Comune ed effettuato dall’azienda Rubagotti Carlo di Chiari specializzata in campane ed orologi da torre ha evidenziato il rischio che le campane potessero staccarsi dal castello. In tempo record le ha dunque riportate a terra per avviare le opere di restauro. Alla fine di settembre, in occasione della 15esima sagra del casoncello di Barbariga le 4 campane verranno esposte nell’area fiera dove sarà possibile vederle da vicino per ammirare il loro fascino storico. Poi saranno riposizionate sul campanile.

 

Clicca qui per scaricare l'articolo in formato PDF